Il piano editoriale: perché è una risorsa così utile?

Una buona strategia di content marketing non può prescindere dalla realizzazione di un piano editoriale accurato. Il piano editoriale permette di pianificare la pubblicazione dei contenuti sulle varie piattaforme in un determinato arco di tempo.

Questo strumento è una risorsa fondamentale per organizzare i contenuti da pubblicare seguendo le linee guida della content strategy aziendale.

L’importanza di un ped realizzato con cura consente di condividere contenuti di valore con i propri utenti aumentando la loro fiducia nel brand e permette inoltre di acquisire nuovi contatti di qualità.

Cosa sapere prima di realizzare il ped

Prima di passare alla realizzazione del piano editoriale bisogna conoscere i prodotti e servizi che si mettono a disposizione degli utenti, il proprio pubblico di riferimento, gli obiettivi e i dati statistici provenienti dai canali social e dal sito.

Conoscere il proprio pubblico è importante soprattutto per scegliere il tipo di contenuti da condividere e i canali giusti per farlo.

Per comprendere meglio questi aspetti è fondamentale analizzare i dati statistici provenienti dal proprio sito internet e dai canali social.

Grazie allo studio di questi dati si può delineare il profilo del proprio pubblico di riferimento e capire quali sono le piattaforme più indicate per la pubblicazione.

La realizzazione del piano editoriale è un’attività che deve essere svolta con cura e precisione, solo in questo modo garantirà dei buoni risultati.

Come deve essere strutturato un buon piano editoriale?

Un buon piano editoriale deve contenere questi elementi:

  • gli argomenti
  • le categorie
  • le keywords
  • le fonti
  • le call to action
  • l’indicazione delle piattaforme sulle quali pubblicare
  • le date e gli orari della pubblicazione

I vari argomenti verranno sviluppati partendo da queste linee guida e verranno poi pubblicati sui vari canali.

È molto importante che tutti i contenuti pubblicati siano in grado di trasmettere i valori del brand utilizzando il tono di voce e le parole che rendono il marchio unico e riconoscibile.

i tool più amati per la creazione del ped

Oltre a un normalissimo foglio Excel, ci sono alcuni strumenti che sono ideali per la gestione e la condivisione del piano editoriale. Fra questi possiamo citare Trello e Asana che sono semplici, intuitivi e ricchi di funzioni e risorse.

Realizzare un piano editoriale presuppone uno studio e un impegno non indifferenti. Tuttavia, questo strumento rappresenta una risorsa fondamentale per rendere la strategia dei contenuti efficace e ben strutturata.

pink notebook
Photo by Ivan Samkov on Pexels.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...